Come fare il sapone in casa

Saponi fatti in casa: le basi

Fare il sapone in casa può essere molto semplice o complicato, dipende da te. Di certo è un procedimento abbastanza complesso e lungo ma il risultato potrà darti molta soddisfazione.

Innanzitutto, il bello di creare un tuo sapone è che puoi farlo con gli ingredienti che preferisci e le fragranze che ti piacciono. E tutto sommato il procedimento non è difficile, ma richiede molta attenzione e un po’ di pratica.

Tra le varie ricette per il sapone fatto in casa ne abbiamo scelto una ricetta americana che prevede l’uso di una tazza come unità di misura, quindi le proporzioni. Cosa che può risultare molto più comoda rispetto al dover pesare tutti gli ingredienti.

Se invece preferisci acquistare online il tuo sapone naturale, puoi selezionare la fragranza che preferisci tra la nostra linea di saponi creati da noi con prodotti italiani naturali e selezionati.

Cosa serve per il sapone naturale fatto in casa?

La liscivia
Per avere dei buoni risultati, l’unica cosa nel sapone fatto in casa che non puoi sostituire è la liscivia. La liscivia è soda caustica. Dovresti sempre usare idrossido di sodio al 100%.

Bisogna fare molta attenzione nell’uso della soda caustica. Può creare buchi nei tessuti e soprattutto può causare ustioni sulla pelle. Quindi, utilizza sempre guanti spessi, occhiali protettivi e una mascherina. Quando mescoli la soda caustica con l’acqua, si riscalderà ed emetterà fumo per un tempo che va da circa 30 secondi a un minuto. Potrebbe causare una sensazione di soffocamento in gola. Non preoccuparti, non è permanente e scomparirà dopo pochi minuti. Aggiungi sempre la liscivia all’acqua (non l’acqua alla liscivia) e inizia a mescolare subito. Se si lascia ammassare sul fondo, potrebbe riscaldarsi tutto in una volta e provocare un’esplosione.

Ti stai chiedendo se la soda caustica è presente nel sapone finito?
No. La soda caustica, dopo che ha reagito con gli oli del sapone (attraverso un processo chiamato saponificazione), non rimarrà nel prodotto finito.

La liscivia reagisce con gli oli, trasformando ciò che inizia come un liquido in blocchi di sapone. Se prodotta correttamente, non rimane liscivia nel prodotto finito.

Attrezzatura per fare il sapone in casa

Quando decidi di fare il sapone, assicurati di usare attrezzature che non verranno mai più utilizzate per cucinare. Sebbene tu possa pulire tutto molto bene, è meglio non correre il rischio.

Si possono utilizzare contenitori di acciaio inossidabile, vetro temperato e smalto. Non utilizzare rame o alluminio perchè reagiranno con la liscivia. Alcune materie plastiche potrebbero sciogliersi, quindi non utilizzare la plastica.

Per i cucchiai, puoi usare il silicone. Gli stampi per sapone si possono trovare in alcuni negozi o online, altrimenti si possono utilizzare teglie in silicone. Altre cose da avere sono un contenitore da un litro, un giornale, un termometro in acciaio inossidabile che legge tra 90 ° e 200 ° , un vecchio asciugamano e gli ingredienti che desideri aggiungere al sapone.

Come fare il sapone: gli additivi

Ci sono tante varianti di sapone quanti sono i colori dell’arcobaleno. Puoi letteralmente fare quasi tutto. Ecco le basi degli additivi:

Erbe aromatiche

Tutto il materiale erboristico deve essere asciugato. La lavanda è molto utiizzata, così come la camomilla e la citronella. Usa circa ¼ di tazza di materiale vegetale essiccato.

Oli essenziali

Gli oli essenziali provengono dalle piante. Provengono dalle radici, dai gambi, dai fiori o dai semi. Gli oli profumati possono essere miscele di oli essenziali o possono essere prodotti artificialmente. Assicurati di avere questa informazione. La maggior parte degli oli può essere utilizzata in quantità di 15-20 gocce o circa un cucchiaino

Colori

I colori naturali sono facili da reperire. Usa la cannella o il cacao in polvere per il sapone marrone, la clorofilla in polvere per il verde, la curcuma per il giallo e la barbabietola per l’arancione, anche se può capitare che i componenti naturali cambino colore. Da evitare i classici coloranti alimentari poiché non reggono bene nel sapone.

Altri ingredienti

Puoi include gel di aloe vera, farina d’avena, latte in polvere secco, argille, farina di mais, caffè macinato, sale e qualsiasi altra cosa tu possa voler usare.

Ricetta per fare il sapone

  • TEMPO DI PREPARAZIONE 15 MINUTI
  • TEMPO DI REALIZZAZIONE 45 MINUTI
  • TEMPO DI RAFFREDDAMENTO 1 GIORNO
  • TEMPO TOTALE 1 GIORNO + 1 ORA
  • PORZIONI 5 TAVOLETTE DA 100gr circa

Attrezzature

  • stampi per sapone o teglia in silicone
  • cucchiaio in silicone
  • termometro in acciaio inossidabile
  • frullatore a immersione

Ingredienti

  • ⅔ tazza di olio di cocco non raffinato (per produrre una buona schiuma)
  • ⅔ tazza di olio d’oliva (che rende una barretta dura e delicata)
  • ⅔ tazza di olio di mandorle (andranno bene anche olio di semi d’uva, girasole o cartamo, assicurati solo che sia liquido)
  • ¼ di tazza di liscivia (idrossido di sodio al 100% … puoi anche trovarlo nei negozi di ferramenta)
  • ¾ tazza di acqua fredda – distillata o purificata

1° Passaggio
Copri la zona lavoro con un giornale. Indossa i guanti e altri indumenti protettivi. Misura l’acqua nel barattolo da un quarto. Tieni pronto un cucchiaio. Misura la tua liscivia, assicurandoti di avere esattamente ¼ di tazza. Versare lentamente la liscivia nell’acqua, mescolando mentre procedi. Stai indietro mentre mescoli per evitare i fumi. Quando l’acqua inizia a schiarirsi, puoi lasciarla riposare mentre vai al passaggio successivo.

2° Passaggio
Nel barattolo da mezzo litro, aggiungi i tuoi tre oli insieme. Riscaldare al microonde per circa un minuto o mettere il barattolo degli oli in una pentola d’acqua a scaldare. Controlla la temperatura dei tuoi oli: dovrebbe essere di circa 120°. La tua liscivia dovrebbe essere scesa a circa 120 °. Attendi che entrambi si raffreddino a una temperatura compresa tra 95 ° e 105 °. Questo è fondamentale per la produzione di sapone. Troppo basso e si riunirà rapidamente, ma sarà ruvido e friabile.

3° Passaggio
Quando sia la liscivia che gli oli sono alla giusta temperatura, versa gli oli in una terrina. Aggiungi lentamente la liscivia, mescolando fino a quando non è tutto mescolato. Mescolare a mano per 5 minuti interi. È molto importante che la maggior quantità di soda caustica venga a contatto con la maggior quantità di sapone possibile. Dopo circa 5 minuti, puoi continuare a mescolare oppure puoi usare un frullatore ad immersione. La miscela di sapone schiarirà di colore e diventerà densa. Quando sembra un budino alla vaniglia è in “traccia” e sei a posto.

4° Passaggio
Aggiungi le erbe, gli oli essenziali o altri ingredienti a questo punto. Mescola bene per amalgamare. Versa il composto negli stampini e copri con pellicola trasparente. Avvolgi tutto in un vecchio asciugamano e avvolgilo. Ciò manterrà il calore residuo e avvierà il processo di saponificazione. La saponificazione è il processo in cui gli ingredienti di base diventano sapone.

5° Passaggio
Dopo 24 ore, controlla il tuo sapone. Se è ancora caldo o morbido, lascialo riposare per altre 12-24 ore. Quando è freddo e sodo, giralo su un foglio di carta da forno o su una griglia. Se usi una teglia come stampo, taglia in questa fase il sapone a listarelle. Lascia che il sapone si asciughi per circa 4 settimane. Assicurati di capovolgerlo una volta alla settimana per esporre tutti i lati all’aria (cosa non necessaria se si utilizza una griglia).

6° Passaggio
Quando il sapone è completamente indurito, avvolgilo in carta oleata o conservalo in un contenitore ermetico. Il sapone fatto a mano crea la propria glicerina, che è un umettante, attirando l’umidità dall’aria. Dovrebbe essere avvolto per evitare che attiri polvere e detriti con l’umidità.

Note finali
Quando hai finito di fare il sapone, pulisci sempre l’attrezzatura che è stata esposta alla liscivia. Puoi neutralizzare la liscivia con aceto bianco, quindi lavare bene l’attrezzatura come faresti normalmente. Per il resto, lascialo riposare per diversi giorni. Perché? Perché quando fai il sapone per la prima volta, è tutto grasso e liscivia e potresti bruciarti le mani sulla liscivia residua. Se aspetti, diventa sapone e per pulirlo basta bagnare con acqua calda.

Buon divertimento con la creazione del tuo sapone naturale fatto in casa!

Se invece preferisci acquistare online il tuo sapone naturale, puoi selezionare la fragranza che preferisci tra la nostra linea di saponi creati da noi con prodotti italiani naturali e selezionati.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.